Osteria del Merlo di Moresco

 
3.4 (5)
6230  
Scrivi Recensione
Osteria del Merlo di Moresco

Marche

Comune
Indirizzo
Piazza Castello 19, Moresco (FM)
Telefono
0734 270224 - 3881615009
Fascia di prezzo
medio-bassa
Tipo di cucina
Il Ristorante Osteria del Merlo è la nuova gestione di una vecchia osteria sita nel suggestivo centro storico di Moresco, piccolo comune del fermano. Si sviluppa su due piani: una sala bar piano strada e una saletta inferiore con non più di dieci tavoli. Vi si giunge dalla città di Fermo attraversando un magico paesaggio collinare tipico della media marca. La cucina è di rara e raffinata semplicità è fatta esclusivamente di prodotti del territorio più prossimo. Un gustare che il patron ama autodefinire “tavola gastronomica semplice”. Di particolare pregio i salumi locali, i pani di fichi, le paste all’uovo con selvaggina. Il menù è continuamente rinnovato in forza dei prodotti disponibili. L’Osteria del Merlo è quella che può definirsi la vera riscoperta del prodotto del territorio, che significa, letteralmente, quello della campagna circostante. La cucina quindi è un continuo fermento, un mutare di piatti e declinazioni del prodotto in ragione della stagionalità ma, cosa ancor più suggestiva, in virtù della disponibilità dei prodotti. Il Ristorante Osteria del Merlo, situato a Moresco in provincia di Fermo, dispone inoltre di una curata carta dei vini.

Recensione Utenti

5 recensioni

Voto medio 
 
3.4
Cucina 
 
3.6  (5)
Servizio 
 
3.2  (5)
Ambiente 
 
3.2  (5)
Qualità/prezzo 
 
3.6  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Cucina
Servizio
Ambiente
Qualità/prezzo
Ristoranti
Commenti
Voto medio 
 
2.0
Cucina 
 
2.0
Servizio 
 
1.0
Ambiente 
 
4.0
Qualità/prezzo 
 
1.0

Una occasione sprecata

Un gruppo di amici ieri 17 Agosto 2013 ci porta in questo bellissimo borgo a cena, presso l'Osteria del Merlo.
Essendo un gruppo di 13 adulti e 2 bambini piccoli, ordiniamo subito la pasta per loro, e noi adulti decidiamo (erroneamente) di ordinare 6 porzioni di antipasti da dividere e 10 porzioni di grigliate miste, sempre da dividere.
Dopo una attesa interminabile (2 ore) arrivano le pietanza in quantità decisamente inferiori all'ordinato, sia per gli antipasti che per le grigliate.
Ovviamente il conto era allineato all'ordinazione e non al cibo servito. Ci siamo anche dovuti sorbire il loro gesto "magnanimo" di uno sconto del 5% circa a seguito delle nostre rimostranze.
Un posto da evitare, peccato per il borgo, perchè decisamente molto bello.

Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
2.0
Cucina 
 
2.0
Servizio 
 
2.0
Ambiente 
 
2.0
Qualità/prezzo 
 
2.0

Si può fare decisamente meglio!

Arriviamo nel locale e le luci della sala sono spente ed anche i riscaldamenti; siamo gli unici due clienti della serata. Prendiamo io un antipasto e il mio compagno un primo al sugo di papera. L'antipasto era un piatto unico con salumi, formaggio, forse del vitello e qualcosa d'altro: tutto abbastanza vecchio di qualche giorno.
Il primo con l'anatra sembrava del pomodoro con qualche piccolo pezzo di anatra in mezzo, tra l'altro molto dura.
Poi abbiamo preso una grigliata in due niente di speciale.
Dimenticavo che per l'attesa abbiamo chiesto del pane bruschettato: 4 fette di pane con olio invisibile ci sono state messe in conto a tre euro.
In conclusione, con una bottiglia di vino, più quello descritto, abbiamo speso 68 euro (1 antipasto, un primo un secondo e un contorno): non mi sembra poco.

Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
4.3
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
4.0
Ambiente 
 
3.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Cucina casalinga con prodotti di pregio

Territorio (e l'origine amatriciana del gestore garantisce delle gran belle sorprese), attenzione alla materia prima, passione e impegno: così una piccola trattoria sulla magnifica piazza di Moresco riesce ad offrire un'emozionante esperienza gastronomica a chi, come me, lo scopre casualmente un sabato di Pasqua. La cucina è casalinga, senza barocchismi e con prodotti di altissima qualità, e tradizione qui non è solo una parola vuota con cui riempirsi la bocca.
Accoglienza ottima, salumi e formaggi dop, un bel rosso piceno e un rapporto qualità/prezzo semplicemente fantastico. Chapeau!

Piatto più apprezzato
Pappardelle al ragù di cinghiale bianco.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
4.0
Cucina 
 
4.0
Servizio 
 
4.0
Ambiente 
 
3.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

buona qualità

La cucina è schietta senza troppe sorprese, qualità dei prodotti buona, servizio familiare. Per quanto riguarda l'ambiente, il luogo è veramente suggestivo, ma il locale in sè non è bellissimo.
Rapporto qualità prezzo ottimo.

Piatto più apprezzato
Primi con selvaggina
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
4.8
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
4.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Il Merlo: territorio e fantasia

Quella del "Merlo" è un modo di fare ristorazione veramente territoriale. In armonia con la concezione slowfoodiana del cibo si pone come autentica bandiera della filiera corta, anzi, cortissima.
Questa cucina semplice, curata, riscopre sapori autentici ed aromi di antica tradizione, quelli che la ristorazione ordinaria ha da tempo fatto dimenticare.
Difficile spiegare cosa si troverà quando si decide di fare una visita al “Merlo” perché il patron stabilisce settimanalmente il menù in base a ciò che di buono trova in campagna; a ciò che di particolare trova al macellaio di sua fiducia o al piccolo pastificio familiare del paese.
Per quanto mi riguarda ho provato, la prima volta, un menù di magro: un indimenticabile antipasto ascolano (che normalmente è di uova strapazzate e fegatelli) fatto di sole uova e ortaggi con particolari aromi selvatici e una tagliatella al “sugo finto”, che sta per sugo di solo pomodoro e verdure... sublime!
Una seconda volta, invece, ho assaggiato un eccellente antipasto di salumi, con salami ciauscolo al chiodo di garofano e pecorini ascolani di raro sapore.
Come piatto forte c’era un’indimenticabile pappardella al sugo di lepre aromatizzata con bacche di ginepro... indimenticabile.
Per stare dunque sul piano della “filologia del territorio” ho chiesto un solido Rosso Piceno, ma di quello della casa, e Gigi, il patron, ci ha serviti un ottimo Rosso, strutturato e godibile, di quelli che trovi solo sul posto.
Il rapporto qualità prezzo è veramente, dico, veramente eccellente.

Piatto più apprezzato
pappardelle al sugo di lepre con bacche di ginepro
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QRistoranti