Agriturismo Cerro di Montepetra

 
5.0 (15)
5055  
Scrivi Recensione
Agriturismo Cerro di Montepetra

Emilia Romagna

Indirizzo
Via Cerro 31/b Montepetra Alta, Sogliano al Rubicone (FC)
Telefono
334 8483550
Fascia di prezzo
media
Tipo di cucina
L'Agriturismo Cerro di Montepetra è situato sulle colline di Cesena, da cui dista pochi chilometri, in posizione panoramica, che consente di ammirare l'alta valle del Savio coi suoi colori in evoluzione continua. Ottimo esempio di recupero architettonico di edificio in pietra, è caratterizzato da un ambiente rustico, molto curato ed accogliente, ricavato in un edificio di ristrutturazione molto recente. La cucina propone parte delle ricette legate al territori dei primi anni '20 e '30 del secolo scorso, con pietanze dai sapori ben riconoscibili preparate con materie prime provenienti dall'Azienda Agricola di proprietà e fatte rigorosamente a mano. La carta dei vini rappresenta la territorialità con circa un centinaio di etichette provenienti da Aziende Agricole limitrofe. L'agriturismo Cerro di Montepetra è inoltre dotato di tre camere con bagno, a disposizione di chi volesse passare qualche giorno di riposo immerso nel verde e nella più assoluta pace.

Recensione Utenti

15 recensioni

 
(15)
4 stelle
 
(0)
3 stelle
 
(0)
2 stelle
 
(0)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
5.0
 
5.0  (15)
 
4.9  (15)
 
5.0  (15)
 
4.9  (15)
Visualizza quelli più utili
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Cucina
Servizio
Ambiente
Qualità/prezzo
Ristoranti
Commenti
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Armonia di sapori

La location è veramente fantastica e la cucina prepara delle pietanza dai sapori veri con materie prime di grande freschezza.
La cortesia e la presenza del servizio completano l'opera, complimenti.

Piatto più apprezzato
Cappelletti di carne in sfoglia di scalogno.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Solo su prenotazione

Non mi è mai capitato di degustare pietanze di questo livello in una cornice senza sbavature pari a quanto trovato in questo piccolo angolo di mondo sconosciuto ai più. Prenotazione obbligatoria perchè tutto viene preparato con materie prime fresche e solo per chi ha espresso il desiderio di pranzare o cenare in anticipo. 

Piatto più apprezzato
Filetto di cervo fagiolini e tartufo.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Accoglienza, cortesia e ottimo cibo

Una stupenda casa immersa nella vegetazione e contornata da un panorama indescrivibile è quello che ti si presenta all'arrivo. Accolti con simpatia dai proprietari, ci accomodiamo al tavolo da dove e possibile ammirare le colline e tutto quello che ci circonda. La proposta del menù e fissa ma suscettibile di piccole variazioni se qualcosa non può essere mangiato. Le pietanze assaggiate tutte di grande livello, con sapori sempre in crescendo. Fantastici i cappelletti di squacquerone e parmigiano in brodo di parmigiano; apoteosi per la bavarese di caki con salsa ai mirtilli. Complimenti e grazie.

Piatto più apprezzato
Cappelletti di formaggio in brodo di parmigiano.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Un ferragosto indimenticabile

Cercando un ristorante per festeggiare il ferragosto, ci siamo imbattuti in questo agriturismo. Subito accolti con elegante familiarità e cortesia, i nostri palati hanno potuto assaporare piatti tipici straordinari della zona, abilmente rivisitati dallo chef Stefano. Sarà la nostra tappa fissa purtroppo solo annuale, per gustare curiose prelibatezze. Grazie!!!

Piatto più apprezzato
Tutti, specialmente i primi piatti.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Fantastico

Locale ubicato sulle prime colline di Cesena, è facilmente raggiungibile con la E45. La casa in pietra è immersa nel verde ed è un tutt'uno con la vegetazione che la circonda. La cucina propone pietanze basate sulla reperibilità della materia prima, per cui oggi viene proposto un menù e domani potrebbe essere già differente. Le tecniche di cottura molto sofisticate permettono l'esaltazione dei sapori in maniera eccelsa. Qui non si viene per mangiare, ma per degustare quello che di meglio la natura produce quotidianamente. Gentilezza e cortesia a profusione ti fanno sentire coccolato come non mai. Complimenti.

Piatto più apprezzato
Curzul di asparagi e le sue cime.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Tutto come da aspettative

Non sufficientemente pubblicizzato (ma è una scelta dei gestori), ci si arriva o tramite internet, o perché qualcuno ti ci porta. Nel mio caso il festeggiamento delle nozze d'argento di un amico sono state veramente fortuite. Da allora sono tornato altre volte per poter capire se tutto quello che si legge in merito è fondato. Behhh!!!!! Sono rimasto quasi sconcertato dal fatto che le pietanze siano sempre di alto livello e ancor di più che non siano mai uguali se, come mi è capitato, torni più volte nello stesso mese, tempo minimo perché il menù cambi. Bravissimi....

Piatto più apprezzato
Millefoglie di radicchio di Chioggia, pecorino e gorgonzola.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Sempre al di sopra di ogni aspettativa

Sulla bellezza del posto e della cordialità dei proprietari nulla si può aggiungere a quanto già scritto, ma vorrei sottolineare maggiormente la bellezza dei panorami fruibili dalle grandi vetrate sull'ampia Valle del Savio, stupendi.
La cucina è sicuramente molto superiore alle aspettative in quanto uno parte dal presupposto che sarà quella tipica da agriturismo, invece noooooooo!!!!!!!!!!! Qui fanno una cucina molto ricercata senza uscire troppo dalla tradizione, con esaltazione dei sapori mai gustata in precedenza. Panino scomposto, minestra di cicerchia e costine, cubetti di coppa di testa e spianata soffice al radicchio di Chioggia, cappelletti di trippa in brodo di anatra, cervo, lepre e piccione sono alcuni dei piatti assaggiati in occasione dell'ultima visita sempre al disopra di ogni aspettativa.

Piatto più apprezzato
Lasagne cardo al fossa in sfoglia di carota viola.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Compleanno indimenticabile

Arriviamo con diversi minuti di ritardo ma veniamo accolti molto calorosamente e accompagnati a un tavolo preparato vicino alle vetrate della veranda, da cui si può ammirare un panorama fantastico.
Il susseguirsi delle portate è stato un crescendo di sapori indimenticabili: cestina di farro integrale ripiena di asparagi fave e piselli; ravioli con sfoglia al caffè con ripieno dolce e delicato.. stravolgente; lasagne di foglie di rapa bianca e radicchio rosso; coniglio in porchetta, molto più buono e tenero di quello che faccio (che secondo alcuni amici è fantastico); tortino di cioccolato.
Non so se per la bellezza del posto, il tipo di cucina, la gentilezza dei proprietari o la presenza della famiglia, ma ho passato il giorno del compleanno più bello che ricordi.

Piatto più apprezzato
Ravioli al caffè al ripieno di stinco e guanciale.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Meritevole

Avendoci alcuni amici parlato di questo posto, una domenica abbiamo deciso di provarlo. Telefoniamo il giorno stesso poche ore prima di andare e ci confermano che il posto ci viene riservato. Arrivarci da Rimini è facile, ma ci vogliono circa una quarantina di minuti. Veniamo accolti con cordialità e simpatia, il tavolo riservatoci è in veranda con un vista panoramica d'eccezione.
Esaminato il menù che contiene la proposta della cucina, confermiamo che è tutto di nostro gradimento quindi non richiediamo alcuna sostituzione. Zuppa di ceci e costine, ravioloni patate e porcini, curzùl alla lepre, capretto alle verdure, patona sono stati un susseguirsi di sapori e consistenze da premio Oscar. Questi ragazzi hanno fatto tanta strada, ma se così continuano presto bisognerà prenotare con largo anticipo. Qui si vivono dei momenti indimenticabili.

Piatto più apprezzato
Curzùl di castagna al ragù di lepre e melagrana.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Panorama, cordialità e ottima tavola

Non capita spesso di passare qualche ora in tranquillità con amici, ma la scorsa domenica mi è successo. Su invito di una amica, ci siamo trovati in questo locale, molto ben restaurato, per assaporare una cucina a cui non siamo abituati. Piatti sì legati al territorio, ma con un tocco di novità nella preparazione che li fa sempre sembrare nuovi. Abbiamo passato una giornata incantevole. Grazie.

Piatto più apprezzato
Cappelletti di formaggio e lombo su crema di sedano.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Veramente accogliente

E' già stato scritto tanto di questo locale, ma voglio sottolineare il buon gusto con cui tutto è stato realizzato e, soprattutto, le porte che sono vere opere d'arte. Qui ci si viene perché è tranquillo, non c'è mai troppa gente, e in più si mangiano cose un po' diverse sempre molto buone. La proposta comportava: fettine di lombo cotte a bassa temperatura accompagnate da caprino di propria produzione, gnocchi ripieni di erbe selvatiche, strozzapreti al battuto romagnolo (sorta di pesto fatto con stridoli, rucola, mandorle, parmigiano, pinoli e olio extravergine) strepitosi, cotoletta di petto d'anatra con cipolla di tropea, patona. Sapori persistenti e accoglienza cordiale fanno sì che tornare diventa indispensabile.

Piatto più apprezzato
Gnocchi di patata ripieni di erbe di campo.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Valore aggiunto "aspettare il proprio turno"

Ho provato più volte a chiamare per prenotare e, solo adesso che sono riuscito, ho capito perché sia abbastanza difficile trovare posto nei giorni canonici in cui tutti vogliono uscire. Il locale, molto accogliente, ha la dimensione più di una grande casa che del luogo dove imbandire grandi tavolate, per cui, se si vuole andare il sabato o la domenica, consiglio di prenotare con largo anticipo. Essendo nel periodo pasquale il giorno che siamo andati, nel menù propostoci alcuni piatti rappresentavano quelli della tradizione strettamente territoriale, come l'entrata, composta da due piccole pagnotte dolci farcite con raviggiolo e ovo sodo (nei tempi passati nel Sarsinate, la mattina di Pasqua, a colazione si consumava Pagnotta dolce di Sarsina con Salame Romagnolo e uova sode benedette).
Nelle nostre è sparito il salame, perché all'atto della prenotazione avevamo specificato che avremmo gradito dei piatti senza carne. Proseguendo, crema di broccoli e scalogno con broccoli saltati, carciofo gratin con occhio di quaglia, cappelletti raviggiolo e ricotta in brodo di cappone (tradizionalissimo ed eccezionali), curzùl monococco fave e pecorino affumicato, millefoglie di bietola, cime di rapa e radicchio rosso, finendo con torta pasquale a base di ricotta e orzo, colomba e ovette di cioccolato - tutto di propria produzione. Raccontata così potrebbe sembrare che, dopo tante portate, non si riuscisse più ad apprezzare ciò che si assaporava, ma la leggerezza dei piatti e la delicatezza dei sapori fece sì che tutto andasse per il meglio. Difficile in questo caso trovare il giusto termine per complimentarsi.

Piatto più apprezzato
Pagnotta pasquale con raviggiolo e ovo sodo di quaglia.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Buone le recensioni, meglio dal vivo

Dopo aver letto alcune recensioni, abbiamo voluto provare, ben sapendo che molto di quello che oggi si legge non sempre risponde al giusto..
Dopo la prenotazione fatta la mattina, quando arriviamo veniamo accolti con cordialità e accompagnati al tavolo in una sala raccolta, accogliente e dall'atmosfera calda. Sapendo già delle proposte che fanno dalla cucina, non ci aspettavamo che sul tavolo ci fosse comunque un menù con descritte le pietanze che avremmo consumato. E' stato un susseguirsi di sapori equilibrati e ben accompagnati, toccando i vertici con la lasagna carciofi e anatra. Servizio molto attento e conto al di sotto delle aspettative.

Piatto più apprezzato
Lasagne verdi carciofo e anatra.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
5.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
5.0

Suggerimento di un amico

Per una ricongiunzione familiare, che oggi giorno è una rarità visto che i figli studiano o lavorano in mezzo mondo, non sapendo dove andare ho chiesto ad amico se poteva indicarmi un posto molto tranquillo dove poter trascorrere momenti felici. Lui girovago di locali quasi come fosse una professione, mi indica questo indirizzo, consigliandomi di chiamare con un pò di anticipo e rammentare che sono l'amico di... Un paio di giorni prima della riunione famigliare chiamo e prenoto per il mezzogiorno della domenica, mi faccio spiegare accuratamente la strada, semplicissima, non chiedendo nulla sulla proposta che ci avrebbero fatto come menù, in quanto l'amico di cui sopra già mi aveva spiegato della cucina legata al territorio e la riscoperta di ricette dei tempi passati. Arrivati verso le 13.00 in un giorno di splendido sole, prima di entrare nel locale perdiamo alcuni minuti per ammirare lo stabile, tutto in pietra, di recente ristrutturazione e, cosa ancora più bella, un panorama della Valle del Savio mozzafiato.
Ci accomodiamo al tavolo in una sala non tanto grande ma accogliente e dall'atmosfera molto calda; ci viene dato il menù, dove viene esposta l'offerta del giorno e una serie di vini tra cui scegliere. Tutto ci va molto bene, ma per il vino avremmo preferito qualcosa di più, quindi chiediamo se è possibile avere qualcosa di differente ed ecco che ci viene portata una carta dei vini molto variegata di bottiglie legate al territorio. Forse mi sto dilungando troppo, ma tanta è stata l'emozione di pranzare in un locale così suggestivo che le parole corrono da sole. Millefoglie nel vero senso della parola (foglia di rapa bianca, strato di guanciale affettato, foglia di bietola, strato di pecorino, foglia di cime di broccoli) una esplosione di sapori. Per continuare con minestra di ceci e costine di maiale, lasagne con sfoglia alle erbe anatra e carciofi, galletto di cortile con patate molto tenero e saporito, per finire il Montebianco. Complimenti per tutto, non ultimo un conto più che nella norma per l'offerta.

Piatto più apprezzato
Millefoglie con guanciale e pecorino.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
4.5
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
4.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
4.0

Ci si arriva solo con il passa parola

In questo locale non si arriva a meno che qualcuno che già è stato non ti racconti la sua esperienza.
Questo è dovuto al fatto che la gestione è famigliare nel vero senso della parola: lui in cucina, lei in sala, per cui pochi posti e niente pubblicità.
Le proposte dei menù (cambia ogni mese) è rigorosamente legata al territori e alla stagionalità.
Ultimamente lo frequento spesso, ma l'ultima volta che siamo andati è stato un godimento unico:
antipasto petto di anatra cotto a bassa temperatura con valeriana, risotto scalogo sangiovese e scaglie di pecorino affumicato straordinario, curzù (spaghetto quadrato abbastanza spesso simile al cordonetto della scarpe, da qui il nome) al ragù di cinghiale con melagrana sapori straordinari, coniglio in porchetta con erbette di campo, tortino di mandorle e cioccolato.
A tutto questo aggiungiamo cordialità e professionalità ed otteniamo un mix di cui difficilmente si può fare a meno. Per finire, una noto di merito il conto, che risulta più basso di quello chi ci si possa aspettare per questo insieme.

Piatto più apprezzato
Curzùl al ragù di cinghiale e melagrana.
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QRistoranti