Ristorante Il Postale di Perugia

Ristorante Il Postale di Perugia Hot

 
3.6 (4)
Scrivi Recensione
Ristorante Il Postale di Perugia

Umbria

Comune
Indirizzo
Strada Montevile 3, Perugia
Telefono
075 5724214 - 075 8521356
Fascia di prezzo
medio-alta

Giudizi delle Guide

L'Espresso
15 su 20
Gambero Rosso
84 su 100
Il Ristorante Il Postale, finalmente trasferitosi in città chiusa l'esperienza a Citta di Castello, si trova in una location unica all’interno del Castello di Monterone, ove arte, storia e natura convivono in un ambiente dalla suggestiva atmosfera. Situato in una delle sale affrescate del Castello, con soli cinque tavoli, per un’esperienza unica come lo è, ancora più intensamente, quella di coloro che prenoteranno il tavolo riservato all’interno della cucina, creata nel cuore di pietra del Castello. La cucina proposta è del territorio tendente al creativo, con un menu che privilegia la carne, pur offrendo anche qualche piatto di pesce. Il Ristorante Il Postale di Perugia dispone inoltre di un'ottima cantina vini, con selezione curata di oltre 350 etichette.

Recensione Utenti

4 recensioni

Voto medio 
 
3.6
Cucina 
 
3.3  (4)
Servizio 
 
4.8  (4)
Ambiente 
 
3.8  (4)
Qualità/prezzo 
 
2.5  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Cucina
Servizio
Ambiente
Qualità/prezzo
Ristoranti
Commenti
Voto medio 
 
2.8
Cucina 
 
2.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
3.0
Qualità/prezzo 
 
1.0

Non ci si tornerà

Sono "all'antica" e, quando vado in un ristorante, la mia aspettativa è mangiare bene a prezzo equo. A questo ristorante, come tale, si addice una sola definizione: "bluff snobistico". Un sacco di pretesa per l'ambiente, un antico castello ristrutturato (piuttosto bene, devo dire: ma questo non ha niente a che fare con la qualità della ristorazione). Il menu è presentato in forma solenne, ma è piuttosto limitato. Il cibo arriva in piatti di diametro gigantesco, in cui le portate sono presentate che, dal p.d.v. gastronomico, non significa nulla. un risotto (al tartufo nero): passabile, ma non del genere di cui scrivere entusiasticamente a casa. Una porzione minuscola di tortellini (buoni). Una bottiglia di vino bianco. Antipasti (per due) e dessert (per uno) sotto forme di fantasiosa stravaganza. Servizio, premuroso. Conto alla fine: 92 euro + 10 (mancia): 180.000 lire. Per una spesa del genere ci si attende di più. Se questa deve essere, in Italia!!!, la "nouvelle cuisine" dei "giovani ristoratori" (ampiamente auto-reclamizzatisi in libretti appositi), si torni pure alla "vieille cuisine d'antan" della trattoria di quartiere. Non mancano né in Italia, né a Perugia, ristoranti dove "se magna mejo" e con spesa a 1/2 o 1/3. Commento della mia commensale: "che sòla..." (nel gergo giovanile d'oggigiorno, significa "che fregatura"). Non ci si tornerà.

Piatto più apprezzato
Risotto.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
2.8
Cucina 
 
1.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
4.0
Qualità/prezzo 
 
1.0

Esperienza negativa

“Un manque de sérieux” Non gradito sia il cibo, sia il conto salatissimo... e l'abbiamo provato. Credo che questa esperienza restera' isolata. Non vogliamo esprimere giudizi su questo tipo di cucina (materie prime e crativita') in quanto non e' nostra abitudine frequentare ristoranti "di questa portata" e pertanto il nostro sarebbe un giudizio da incompetenti.
Certo e' che piu' che una perplessita' il ristorante di Bistarelli ce l'ha lasciata.
L'arredamento del locale e' molto "carino" e la mise en place essenziale, il servizio invece e' stato per tutta la serata piu' che accurato e gentile.
Veniamo accolti con un pre-antipasto (gradevole).
L'uovo apparente ha conquistato totalmente il nostro gusto ed abbiamo molto aprrezzato la creativita' del piatto, mentre "la Carbonara destrutturata" ci ha entusiasmato.
Sconcertante invece e' stato il secondo piatto, il piccione non sapevamo se era piccione oppure quaglia molto bollente da aspettare ore prima di mangiarlo...
I dolci ed il post-dessert servito con il caffe' nella normalita'.
Il costo, sempre ribadendo la nostra icompetenza sugli stellati, e la esiguita' delle porzioni, ci e' parso al di fuori di ogni ragionevolezza. 175 Euro per due persone per un antipasto, un primo (od un secondo), il dessert ed il caffe' (e vini). Forse neanche da Don Alfonso ci avrebbero mai chiesto una tale cifra...
Non ci torneremo.

Piatto più apprezzato
La carbonara.
Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
4.8
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
5.0
Ambiente 
 
5.0
Qualità/prezzo 
 
4.0

ultimo dell'anno indimenticabile

abbiamo passato in questo ristorante uno dei nostri capodanno piu belli. l'ambiente è curatissimo, grande ma intimo allo stesso tempo. La cucina è tra le prime dell'umbria; la creatività quì è nella sua massima espressione, nulla che abbiate mai mangiato di vagamente simile altrove. Gli accostamenti a volte sono molto audaci, ti sorprendono è vero,ma proprio per questo ti rimane dentro un ricordo di una serata da non dimenticare. Quanto spendi? Per il menù di capodanno non si poteva sperare di meglio.

Trovi utile questa opinione? 
Voto medio 
 
4.0
Cucina 
 
5.0
Servizio 
 
4.0
Ambiente 
 
3.0
Qualità/prezzo 
 
4.0

E' un grande ristorante

Da Marco e Barbara si mangia come in pochi altri posti... cibo squisito, unioni di sapori che sono un viaggio nel gusto..... Da provare: il carpaccio di tonno marinato con arance, finocchio e aceto balsamico! Di secondo poi mi ha entusiasmato la lepre alla erbe e con una salsa al caramello. E la millefoglie di rana pescatrice???!!! Una delizia! Ottimo anche il piccione arrosto con le verdure, davvero particolare... Non mi vengono in mente tutti i piatti, ma fidatevi quando vi dico che qui ogni cosa è arte! Insomma, qui soddisafacete il palato e la mente!!!! Senza bottiglia di vino il conto è sui 60 euro al massimo a testa

Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QRistoranti